La festa di San Martino nell’Ajoie


Categoria:
Pratiche sociali
  • Artigianato tradizionale
Cantone:

Descrizione

Nel Giura e soprattutto nell’Ajoie, San Martino si festeggia intorno all’11 novembre. La giornata è dedicata al celebre santo di origine ungherese, vescovo di Tours, che secondo la tradizione donò parte del suo mantello a un povero. La data coincide storicamente con la fine dell’anno rurale e uno dei principali termini di pagamento degli affitti di fondi rustici. In realtà, attualmente San Martino è la festa del grasso piuttosto che quella di un santo: la bouchoyade, in cui viene sacrificato un maiale poi fatto a pezzi, costituisce uno spettacolo che attira ogni anno la curiosità dei media. Da questo grande guazzabuglio di carne fresca si ricava un menù pantagruelico di decine di portate: la tipica gelée de ménage, maiale in gelatina in cui vengono cotti zampe, orecchie, testa, grugno e coda; bollito di maiale; sanguinaccio a base di grasso, cervello e sangue; costine di maiale; e ancora salsicce, alcune avvolte in reticelle di maiale (atriau), crauti allo strutto e carne affumicata. Visto che tutto è buono del maiale, questo ricco menù viene infine coronato da un arrosto, accompagnato da Röschti, insalata o purea di mele. Per non parlare dei vari dolci! E per digerire bene, è necessario aprire un buon vino, oltre a ricorrere al tradizionale coup du milieu a base di un superalcolico, preferibilmente il famoso damassine, distillato di prugne. Sempre più popolare, la festa viene ormai arricchita da animazioni locali, in particolare nei mercati. Inoltre nell’Ajoie, il lunedì di San Martino (che segue la domenica di festa) è un giorno festivo, e la domenica dopo le festività possono riprendere ancora in occasione del revirat, quando il pasto viene ripetuto.

Gallerie di immagini

  • Chevenez, 1992: un bar della festa © Archives cantonales jurassiennes (ArCJ)
  • Réclère, 1981: «bouchoyade» © Archives cantonales jurassiennes (ArCJ)
  • Réclère, 1981: il maiale viene riscaldato © Archives cantonales jurassiennes (ArCJ)
  • Chevenez, 1978: il maiale viene diviso in due © Archives cantonales jurassiennes (ArCJ)
  • Chevenez, 1992: un bar della festa © Archives cantonales jurassiennes (ArCJ)
  • Réclère, 1981: «bouchoyade» © Archives cantonales jurassiennes (ArCJ)
  • Réclère, 1981: il maiale viene riscaldato © Archives cantonales jurassiennes (ArCJ)
  • Chevenez, 1978: il maiale viene diviso in due © Archives cantonales jurassiennes (ArCJ)

Referenze e dossier

Pubblicazioni
  • Ellipse production vidéo (Ed.) : La Saint-Martin (vidéocassette). Saignelégier, 1992

  • Célestin von Hornstein : La Saint-Martin en Ajoie. Porrentruy, 1895

  • Gilbert Lovis : La Saint-Martin dans le Jura. In : Revue Présences no. 35 (Numéro spécial : L'esprit de la fête populaire). Ed. Alliance culturelle romande. Pully, 1988, p. 51-65

  • Germain Rondez : La fête de la Saint-Martin en Ajoie. Coeuve, 1992

  • Télévision Suisse Romande (Ed.) : Passe-moi les jumelles. Cochon noir et cochon blanc (vidéocassette). Genève, 1996

  • TVR (Ed.) : La Suisse au fil du temps. Vive Saint-Martin (DVD-vidéo). 1987

  • Radio Suisse romande, Archives sonores des parlers patois (Ed.) : La Saint-Martin en Ajoie, émissions du 9 et 16 novembre 1991 (Bande magnétique). Lausanne, 1991

Dossier