Marcia del 1° marzo


Categoria:
Pratiche sociali
Cantone:

Descrizione

La Marcia commemorativa della Rivoluzione neocastellana si svolge il 1° marzo di ogni anno. In occasione di questo giorno festivo di cui hanno l'esclusivo privilegio, gli abitanti del Cantone di Neuchâtel si riuniscono di prima mattina nel villaggio di Le Locle. Insieme si recano a La Chaux-de-Fonds, poi al relais della Vue-des-Alpes, passando per le località di Malvilliers e Valangin per arrivare infine al Castello di Neuchâtel. Questo percorso di trenta chilometri si effettua generalmente sulla strada, dove i partecipanti sfilano ben protetti dalle intemperie, e ricalca l'itinerario dei rivoluzionari che, nel 1848, fecero cadere i Prussiani, quasi trent'anni dopo che Neuchâtel era diventato un Cantone svizzero. A dare il via alla gita sono i cannoni della Batterie 13, che prepara la sua salva annunciando ad alta voce ogni singola tappa: «Place! Première boule tassée! Taper! Deuxième boule tassée! [etc.]». La partenza è fissata per tradizione alle nove del mattino. Ad ogni tappa attendono i partecipanti un tazza di tè, una fetta di taillaule – brioche tipicamente neocastellana – o una scodella di minestra. Quando la marcia si tenne per la prima volta nel 1985, su iniziativa del radiocronista Rémy Gogniat, i partecipanti erano solo una sessantin, mentre nel 2011 erano ben 800. Si stima che nel 1998, in occasione del 150° anniversario della Repubblica di Neuchâtel, ben 6000 persone abbiano seguito le tracce dei loro illustri antenati.

Gallerie di immagini

  • Marcia del 1° marzo 2005: partecipanti all'arrivo al Castello di Neuchâtel © Rémy Gogniat
  • Marcia del 1° marzo 2005: partecipanti all'arrivo al Castello di Neuchâtel © Rémy Gogniat
  • Marcia del 1° marzo 2005: partecipanti all'arrivo al Castello di Neuchâtel © Rémy Gogniat
  • In marcia il 1° marzo, anni Novanta © Fonds L’Express/Département audiovisuel de la Bibliothèque de la Ville de La Chaux-de-Fonds
  • In marcia il 1° marzo, anni Novanta © Fonds L’Express/Département audiovisuel de la Bibliothèque de la Ville de La Chaux-de-Fonds
  • In marcia il 1° marzo, anni Novanta © Fonds L’Express/Département audiovisuel de la Bibliothèque de la Ville de La Chaux-de-Fonds
  • Marcia del 1° marzo 2005: partecipanti all'arrivo al Castello di Neuchâtel © Rémy Gogniat
  • Marcia del 1° marzo 2005: partecipanti all'arrivo al Castello di Neuchâtel © Rémy Gogniat
  • Marcia del 1° marzo 2005: partecipanti all'arrivo al Castello di Neuchâtel © Rémy Gogniat
  • In marcia il 1° marzo, anni Novanta © Fonds L’Express/Département audiovisuel de la Bibliothèque de la Ville de La Chaux-de-Fonds
  • In marcia il 1° marzo, anni Novanta © Fonds L’Express/Département audiovisuel de la Bibliothèque de la Ville de La Chaux-de-Fonds
  • In marcia il 1° marzo, anni Novanta © Fonds L’Express/Département audiovisuel de la Bibliothèque de la Ville de La Chaux-de-Fonds

Documenti video

Isabelle Lapôtre, Ariane Tripet: La marche commémorative du 1er mars. Intervista di Rémy Gogniat, 2011 © Isabelle Lapôtre, Ariane Tripet, Rémy Gogniat

Referenze e dossier

Pubblicazioni
  • Commémoration du 1er mars par RTN. Pas de quoi faire la Révolution. In : L’Impartial. La Chaux-de-Fonds, 2 mars 1985

  • La marche du siècle. Quand un canton se met en mouvement. In : L’Impartial. La Chaux-de-Fonds, 2 mars 1998

  • Marche du 1er mars. Modernes, les républicains prennent les tunnels. In : L’Impartial. La Chaux-de-Fonds, 2 mars 2000

  • Les Neuchâtelois courent. In : L’Express. Neuchâtel, 2 mars 2005

  • Près de 200 marcheurs ont rallié le Château depuis le Val-de-Travers. In : L’Impartial. La Chaux-de-Fonds, 2 mars 2008

  • Révolution actuelle. In : L’Express. Neuchâtel, 2 mars 1990

Dossier
  • Marche du 1er mars

    description détaillée Ultima modifica: 04.01.2013
    Grandezza: 1788 kb
    Tipo: PDF
    dms_warnung_grosse_datei