Processione del Corpus Domini nell'Appenzello


Categoria:
Pratiche sociali
Cantone:

Descrizione

L’usanza di festeggiare il Corpus Domini, il giovedì della seconda settimana dopo la Pentecoste, risale al Basso Medio Evo. La Chiesa cattolica celebra così l’istituzione del Santissimo Sacramento: l’Eucarestia. Mentre nella maggior parte dei Cantoni svizzeri (protestanti) il Corpus Domini è un giorno feriale normale, nel cattolico Appenzello Interno è celebrato con un imponente corteo religioso: in un ostensorio protetto da un baldacchino, il Santissimo Sacramento è portato in processione dai sacerdoti nei loro paramenti sacri scortati dai granatieri di Dio. Il resto del corteo è costituito da gonfalonieri di associazioni religiose e laiche, alfieri con gli stendardi dei diversi distretti cantonali, militi della Vecchia Guardia, autorità, membri del consiglio parrocchiale insieme al loro coro, chierichetti e bambini che hanno già fatto la Prima Comunione, giovani esploratori del posto, musicisti della locale società di musica, donne in costume tradizionale e anche dalla fanteria in uniforme militare. In questa colorata sfilata religiosa dai toni quasi barocchi spiccano, per bellezza, le numerose donne nei loro raffinati abiti di festa e le Täfelimeedle, un gruppetto di 15 ragazze che, nel loro castigato vestito bianco e nero, portano le tavole di legno con i 15 misteri del Rosario.

Gallerie di immagini

  • «Täfelimeedle» con i misteri del Rosario sulle tavole di legno, 2002 © Marc Hutter/Kanton Appenzell Innerrhoden
  • Messa del Corpus Domini nella corte interna del liceo di Sant’Antonio, Appenzello, 1990 © Marc Hutter/Kanton Appenzell Innerrhoden
  • Sacerdote con il Santissimo Sacramento sotto il baldacchino, 2002 © Marc Hutter/Kanton Appenzell Innerrhoden
  • Processione lungo la Weissbadstrasse; donne nel tradizionale costume festivo di Appenzello Interno, 2002 © Marc Hutter/Kanton Appenzell Innerrhoden
  • Lavoratori italiani e spagnoli partecipano alla processione, 1960 © Emil Grubenmann sen./Museum Appenzell
  • Benedizione finale nella chiesa parrocchiale di San Maurizio, Appenzello, 2002 © Marc Hutter/Kanton Appenzell Innerrhoden
  • L’itinerario lungo cui si snoda la processione © Museum Appenzell
  • «Täfelimeedle» con i misteri del Rosario sulle tavole di legno, 2002 © Marc Hutter/Kanton Appenzell Innerrhoden
  • Messa del Corpus Domini nella corte interna del liceo di Sant’Antonio, Appenzello, 1990 © Marc Hutter/Kanton Appenzell Innerrhoden
  • Sacerdote con il Santissimo Sacramento sotto il baldacchino, 2002 © Marc Hutter/Kanton Appenzell Innerrhoden
  • Processione lungo la Weissbadstrasse; donne nel tradizionale costume festivo di Appenzello Interno, 2002 © Marc Hutter/Kanton Appenzell Innerrhoden
  • Lavoratori italiani e spagnoli partecipano alla processione, 1960 © Emil Grubenmann sen./Museum Appenzell
  • Benedizione finale nella chiesa parrocchiale di San Maurizio, Appenzello, 2002 © Marc Hutter/Kanton Appenzell Innerrhoden
  • L’itinerario lungo cui si snoda la processione © Museum Appenzell

Referenze e dossier

Pubblicazioni
  • Thomas Antonietti, Birgit Langenegger: Tracht tragen. Appenzell Lötschental überall. Baden, 2006

  • Ferdinand Fuchs: Das Religiöse Brauchtum in Innerrhoden. In Innerrhoder Geschichtsfreund 22. Appenzell, 1977/1978

  • Ferdinand Fuchs: Fronleichnam. In: Unser Innerrhoden. Von Josef Küng, Ferdinand Fuchs, Roland Inauen, Oskar Keller, Joe Manser, Edi Moser, Alfred Sutter. Appenzell, 2003

  • Franz Stark: 900 Jahre Kirche und Pfarrei St. Mauritius Appenzell. Appenzell, 1971

Dossier