Naturopatia nel Cantone di Appenzello Esterno


Categoria:
Natura e universo
  • Espressioni orali
  • Artigianato tradizionale
Cantone:

Descrizione

L'Appenzello ha fama di essere una regione a vocazione curativa. Da oltre 200 anni, infatti, pazienti provenienti da tutta la Svizzera e dai Paesi confinanti intraprendono viaggi della speranza verso istituti di cura, naturopati abilitati a livello cantonale e particolari guaritori appenzellesi. Leggendari sono inoltre i bagni terapeutici dell'Ottocento, le cure a base di siero di latte, i farmaci fitoterapici prodotti da Johannes Künzle (1857-1945) e Alfred Vogel (1902-1996), pionieri in questo settore, – senza dimenticare l'operato di due personalità indigene di fama, le guaritrici Babette Oertle-Alder (1884-1975), che praticava a Urnäsch, e Karolina Schefer-Sigrist (1891-1976), che invece era attiva a Teufen. Il catalizzatore del fiorire di naturopati e terapisti complementari nella regione era, ed è tuttora, la liberalità della sua legislazione. Ancora oggi, guaritori e terapeuti che esercitano in proprio si trasferiscono da altri Cantoni e dai Paesi limitrofi, contribuendo così a fare dell'Appenzello un luogo votato alla medicina integrativa. Questo afflusso è regolato da una prassi moderna e rigorosa in materia di autorizzazioni a esercitare la professione. Attualmente i terapisti registrati nel Cantone di Appenzello Esterno sono 260 e sono abilitati alla dispensazione di medicamenti e preparati farmaceutici speciali omologati soltanto a livello cantonale. Questi ultimi comprendono circa 1000 preparati e 400 medicinali fabbricati in base a formule proprie, che vengono prodotti con un'autorizzazione speciale nelle farmacie, drogherie e negli studi di naturopatia e sono venduti soltanto in dette sedi.

Gallerie di immagini

  • Alfred Vogel (1902-1996), metà degli anni 1980 © Verlag A. Vogel AG, Teufen
  • Pubblicità per i prodotti fitoterapici del curato Johannes Künzle (1857-1945), 1929 © Chalender da l'Appenzell, 1929
  • Etichetta adesiva per un preparato farmaceutico speciale della guaritrice Petronella D’Acierno (1877-1962) © StAAR
  • La giovane Babette Alder della famiglia di musicisti Alder-Altherr (1884-1975) di Urnäsch, 1905 © StAAR, Pa.023
  • Alfred Vogel (1902-1996), metà degli anni 1980 © Verlag A. Vogel AG, Teufen
  • Pubblicità per i prodotti fitoterapici del curato Johannes Künzle (1857-1945), 1929 © Chalender da l'Appenzell, 1929
  • Etichetta adesiva per un preparato farmaceutico speciale della guaritrice Petronella D’Acierno (1877-1962) © StAAR
  • La giovane Babette Alder della famiglia di musicisti Alder-Altherr (1884-1975) di Urnäsch, 1905 © StAAR, Pa.023

Referenze e dossier

Pubblicazioni
  • Michael Lambek: The Cares of Alice Alder. Recuperating Kinship and History in Switzerland. In: Ghosts of Memory. Essays on Remembrance and Relatedness. Ed. Janet Carsten. Malden/ Massachusetts, 2007, p. 218-240

  • Obacht Kultur. Das Kulturblatt für Appenzell Ausserrhoden no. 9. Ed. Amt für Kultur, Appenzell Ausserrhoden. Herisau, 2011

  • Peter Witschi: Appenzell Ausserrhoden. Entwicklung und Strukturen einer Heillandschaft. In: Schweizerisches Archiv für Volkskunde 89. Basel, 1993, p. 3-22

  • Peter Witschi: Geschichte einer Heillandschaft. In: Kräuter und Kräfte. Heilen im Appenzellerland. Herisau, 1995, p. 13-46

  • Peter Witschi: Frauen im Gesundheitswesen von Appenzell Ausserrhoden. In: FrauenLeben Appenzell. Ed. Renate Bräuniger. Herisau, 1999, p. 544-556

Dossier