Il «Munot» e le sue tradizioni


Categoria:
Pratiche sociali
  • Arti dello spettacolo
Cantone:

Descrizione

La fortezza del Munot è l’emblema indiscusso della Città di Sciaffusa. Nessun’altra città della Confederazione si è concessa un’opera tanto monumentale nel Cinquecento. Attorno al simbolo di Sciaffusa ruotano molteplici attività tradizionali e moderne, promosse dall’associazione del Munot, fondata nel 1839. Dalla fine di giugno alla fine di agosto, sulla sua piattaforma circolare si tengono i tradizionali balli, che culminano fin dal 1886 nella quadriglia. Dal 1940, oltre ai balli viene organizzata una festa per i bambini con fuochi d’artificio e dal 1996 si tiene il cinema all'aperto che gode di un ottimo successo di pubblico. Il guardiano del Munot, il cui ufficio fungeva ancora da stazione di controllo fino al 1926, vive nella torre della fortezza e ogni sera alle 21 suona a mano la campanella, risalente al 1589 e protagonista di una leggenda e di una famosa canzone popolare.

Gallerie di immagini

  • Vista sul Munot nella Città di Sciaffusa © Schaffhausen Tourismus
  • La campana del Munot nella torre circolare della fortezza © Schaffhausen Tourismus
  • Inaugurazione della stagione dei balli del Munot, luglio 2007 © Max und Sonja Baumann, Schaffhausen, 2007/Stadtarchiv Schaffhausen
  • Fuochi d’artificio del Munot, settembre 2006 © Max and Sonja Baumann, Schaffhausen, 2006/Stadtarchiv Schaffhausen
  • Festa del 1897 sulla piattaforma del Munot © F. Kugler, Schaffhausen/Stadtarchiv Schaffhausen
  • Vista sul Munot nella Città di Sciaffusa © Schaffhausen Tourismus
  • La campana del Munot nella torre circolare della fortezza © Schaffhausen Tourismus
  • Inaugurazione della stagione dei balli del Munot, luglio 2007 © Max und Sonja Baumann, Schaffhausen, 2007/Stadtarchiv Schaffhausen
  • Fuochi d’artificio del Munot, settembre 2006 © Max and Sonja Baumann, Schaffhausen, 2006/Stadtarchiv Schaffhausen
  • Festa del 1897 sulla piattaforma del Munot © F. Kugler, Schaffhausen/Stadtarchiv Schaffhausen

Documenti video

Festa dei bambini al Munot 1931-34 © Munotverein Schaffhausen

Documenti sonori

Il suono della campanella del Munot © Schaffhausen Tourismus

Els Peyer-von Waldkirch: «S Nüüniglöggli» (la campanella delle nove; da: «Sagen und Lieder des Kantons Schaffhausen mit Langspielplatten», Schaffhausen, 1974) © Robert F. Hauser/Kantonaler Lehrmittelverlag Schaffhausen

«Das Munotglöcklein» nella versione di David Bell © David Bell/RedRoomMusicStudio 2012

Referenze e dossier

Pubblicazioni
  • Kurt Bänteli, Hans Lieb, Werner Meyer, Peter Scheck, Karl Schmuki, Jürg Zimmermann: Beiträge zur Geschichte des Munots zu Schaffhausen. In: Erinnerung an den Abschluss des Baus vor vierhundert Jahren 1589 (Schaffhauser Beiträge zur Geschichte 66). Ed. Historischer Verein des Kantons Schaffhausen. Schaffhausen, 1989

  • Werner Meyer, Hans-Ulrich Wipf: Der Munot in Schaffhausen. Ed. Gesellschaft für Schweizerische Kunstgeschichte. Bern, 1992

  • Rolf C. Müller: Das Munot-Kinderfest. In: Schaffhauser Mappe. Schaffhausen, 1989, p. 31-32

  • Werner Thomann: Munotverein Schaffhausen. Schaffhausen, 1989

  • Walter Wettstein: Geschichte des Munotvereins 1839-1909. Schaffhausen, 1909

Dossier