Anna Göldi


Categoria:
Pratiche sociali
Cantone:

Descrizione

Alla fine del Settecento, il Cantone di Glarona conobbe una triste notorietà: nel 1781 vi si celebrò infatti uno degli ultimi processi per stregoneria in Europa. La tragedia si svolse sullo sfondo del declino di alcune famiglie notabili locali, che, con un processo spettacolare, tentarono di recuperare il potere che stava sfuggendo loro di mano. Un misto di oscurantismo e superstizione, diffuso in pieno secolo dei Lumi in ampie fasce della popolazione, fu loro d'aiuto. Così come si svolsero, i fatti portarono alla nascita del concetto di «assassinio giudiziario», che da allora è utilizzato per designare qualsiasi forma di omicidio riconducibile all'arbitrio di Stato (processi farsa). Il romanzo pubblicato nel 1982 da Eveline Hasler contribuì a riaccendere l'interesse per il caso Göldi. Nel 2007, a Mollis, venne inaugurato un museo dedicato alla triste vicenda dell'ultima «strega» d'Europa. La riabilitazione ufficiale di Anna Göldi nel 2008 e le attività della fondazione a lei intestata, che dal 2009 assegna un premio biennale per i diritti umani, dimostrano quanto l'ingiusta sentenza di oltre tre secoli fa sia tuttora presente nell'immaginario collettivo dei Glaronesi.

Gallerie di immagini

  • Dal 1768 al 1774 Anna Göldi lavorò come domestica della famiglia Zwicky a Mollis: in questa casa si consumò la sua storia d'amore con Melchior Zwicky © K. Hübner, 2011
  • Anche Glarona ha una via dedicata ad Anna Göldi: è la strada percorsa dalla condannata a morte, il 13 giugno 1782, per recarsi al patibolo © Heinrich Speich, 2011
  • Cosa resta di una vita? Cartone n. 1 con gli atti del caso Göldi conservato nell'archivio regionale del Cantone di Glarona © Heinrich Speich, 2011
  • Dove, il 13 giugno 1782, Anna Göldi fu giustiziata, oggi c'è un macello © Heinrich Speich, 2011
  • Dal 1768 al 1774 Anna Göldi lavorò come domestica al servizio della famiglia Zwicky a Mollis. Fu in questa casa che si consumò la sua storia d'amore con Melchior Zwicky, il figlio del padrone © Klara Hübner, 2011
  • Anche Glarona ha una via dedicata ad Anna Göldi: è la strada percorsa dalla condannata a morte, il 13 giugno 1782, per recarsi al patibolo © Heinrich Speich, 2011
  • Cosa resta di una vita? Cartone n. 1 con gli atti del caso Göldi conservato nell'archivio regionale del Cantone di Glarona © Heinrich Speich, 2011
  • Dove, il 13 giugno 1782, Anna Göldi fu giustiziata, oggi c'è un macello © Heinrich Speich, 2011

Referenze e dossier

Pubblicazioni
  • Elizabeth Korrodi-Aebli: Auf den Spuren der „letzten Hexe" Anna Göldi - der Fall - die Presseberichte. Darstellung des Göldi-Handels und seiner publizistischen Verarbeitung im 18. Jahrhundert. Volkskundliche Lizentiatsarbeit, Zürich 1996

  • Elizabeth Korrodi-Aebli: Göldi [Göldin], Anna. In Historisches Lexikon der Schweiz, www.hls-dhs-dss.ch/textes/d/D43539.php

  • Rolf von Arx: Kopfgeld auf Anna Göldi (ungedrucktes Typoskript)

  • Walter Hauser: Der Justizmord an Anna Göldi. Neue Recherchen zum letzten Hexenprozess in Europa. Zürich, 2007

  • Perikles Monioudis: Annas Carnifex. Ein Stück in fünf Bildern / Es Stugg i füüf Bilder. Glarus, 2010

  • Eveline Hasler: Anna Göldin, letzte Hexe. München, 2009 (23. Auflage)

  • Kaspar Freuler: Anna Göldi. Glarus, 2008 (9. Auflage)

Multimedia
  • Die letzte Hexe - Anna Göldi 
    Die schönsten Sagen und Märchen ... 
    Rosemarie Hegner erzählt von der letzten Hexe Anna Göldi
    Ref. Fonoteca nazionale svizzera:
    CD50130 T. 2

Dossier
  • Anna Göldi

    Ausführliche Beschreibung Ultima modifica: 19.07.2012
    Grandezza: 249 kb
    Tipo: PDF