Sorteggio degli alpeggi


Categoria:
Pratiche sociali
Cantone:

Descrizione

Nel Cantone di Obvaldo, il terreno che può essere sfruttato dall’economia alpestre è in gran parte di proprietà dei consorzi alpini e delle corporazioni. I consorzi, che vantano una tradizione centenaria, sono responsabili dell’amministrazione e della cura dei pascoli. Essi decidono chi può sfruttare quali superfici a quali condizioni e per quanto tempo. Se la domanda supera l’offerta, in cinque dei sette Comuni (Giswil, Kerns, Lungern, Sachseln e Sarnen) l’assegnazione dei singoli terreni alpini avviene tramite sorteggio. A Kerns, per esempio, otto diversi consorzi e corporazioni distribuiscono complessivamente 4653 ettari di pascolo che, in conformità al più recente diritto alpestre, possono essere coltivati dallo stesso agricoltore per dodici anni. Il giorno della festività «Alpverlosung», i membri dei consorzi e delle corporazioni si riuniscono in una grande sala di un ristorante oppure in una palestra multifunzionale. I sorteggi variano da Comune a Comune. A Lungern si lanciano i dadi, a Kerns si estraggono delle palline da una zangola. Un dado o una pallina decidono se il terreno sarà assegnato o meno e se i pascoli saranno molto o poco fruttuosi, in pratica predicono quali saranno le future prospettive economiche della propria azienda agricola. All’ultima estrazione avvenuta a Kerns nel 2008, più della metà degli aspiranti non ha ottenuto alcun diritto alpestre, pertanto gli agricoltori sono stati costretti a organizzare diversamente l’approvvigionamento del proprio bestiame, per esempio acquistando diritti d’estivazione su alpeggi altrui.

Gallerie di immagini

  • Kerns, aprile 2008: le palline dei consorzi alpini vengono mescolate in una zangola per il sorteggio © Niklaus Ettlin, Kerns, 2008
  • Kerns, aprile 2008: l'amministratore del consorzio alpino (d.) comunica il risultato dell'estrazione © Niklaus Ettlin, Kerns
  • Kerns, aprile 2008: una stretta di mano tra il contadino (s.) e l'amministratore sancisce il diritto alpestre © Niklaus Ettlin, Kerns
  • Kerns, aprile 2008: un centinaio di contadini si candida per un alpeggio consortile © Niklaus Ettlin, Kerns
  • Kerns, aprile 2008: le palline dei consorzi alpini vengono mescolate in una zangola per il sorteggio © Niklaus Ettlin, Kerns, 2008
  • Kerns, aprile 2008: l'amministratore del consorzio alpino (d.) comunica il risultato dell'estrazione © Niklaus Ettlin, Kerns
  • Kerns, aprile 2008: una stretta di mano tra il contadino (s.) e l'amministratore sancisce il diritto alpestre © Niklaus Ettlin, Kerns
  • Kerns, aprile 2008: un centinaio di contadini si candida per un alpeggio consortile © Niklaus Ettlin, Kerns

Referenze e dossier

Pubblicazioni
  • Korporation Alpnach (Ed.): Korporation Alpnach. Von den Anfängen bis in die Gegenwart. Alpnach, 2012

  • Amt für Landwirtschaft und Umwelt des Kantons Obwalden (Ed.): Empfehlungen zur Vergabe von land- und alpwirtschaftlichen Flächen und Alpen durch öffentlich- und privatrechtliche Körperschaften im Kanton Obwalden. Sarnen, 2005

  • Monika Barth: Alpenverlosung weckt Emotionen. In: Neue Obwaldner Zeitung, 28. April 2008, p. 21

  • Karl Imfeld: Volksbräuche und Volkskultur in Obwalden. Kriens, 2006, p. 57-59

  • Arnold Niederer: Gemeinwerk im Wallis. Bäuerliche Gemeinschaftsarbeit in Vergangenheit und Gegenwart. Ed. Schweizerische Gesellschaft für Volkskunde, Basel, 1956

  • Roger Sablonier: Innerschweizer Gesellschaft im 14. Jahrhundert. Sozialstruktur und Wirtschaft. In: Innerschweiz und frühe Eidgenossenschaft. Jubiläumsschrift 700 Jahre Eidgenossenschaft. Band 2: Gesellschaft, Alltag, Geschichtsbild. Ed. Historischer Verein der Fünf Orte. Olten, 1990, p. 9-233

Dossier
  • Alpenverlosung

    Ausführliche Beschreibung Ultima modifica: 04.06.2018
    Grandezza: 244 kb
    Tipo: PDF