Chlefele


Categoria:
Arti dello spettacolo
Cantone:

Descrizione

Chlefeli sono legnetti duri levigati di forma rettangolare con un intaglio in corrispondenza di un’estremità. A due o tre per mano, vengono infilati tra le dita e fatti suonare con slancio per ottenere ritmi di marce e danze. Ancora un secolo fa, questo semplice strumento a percussione era più o meno diffuso in tutte le regioni della Svizzera. In quelle cattoliche della Svizzera centrale bambini e giovani lo utilizzavano soprattutto nel periodo della quaresima, mostrando le proprie capacità ritmiche lungo il tragitto per andare a scuola o in occasione di sfilate attraverso i borghi.

Negli anni del dopoguerra questa usanza è scomparsa quasi dappertutto, resistendo soltanto in singole occasioni o nell’ambito di alcune manifestazioni folcloristiche. Unica eccezione: il Cantone di Svitto, dove la tradizione del Chlefele è restata viva presso gran parte della popolazione grazie alle efficaci misure di tutela promosse negli anni Sessanta e Duemila. Tra queste anche i Priis-Chlefele a Svitto, Muotathal e Steinen, competizioni che si tengono sempre qualche giorno prima del Venerdì santo e a cui partecipano oltre 400 bambini e bambine. In questo periodo nei cortili delle scuole e nei vicoli dei borghi risuonano di continuo gli agili ritmi studiati dai giovani interpreti. L’associazione «s’Chlefele läbt» garantisce una tutela attiva della tradizione. Inoltre, alcuni gruppi di musica popolare utilizzano i Chlefeli come strumenti di accompagnamento, senza tuttavia accordarvi un’importanza particolare.

Gallerie di immagini

  • Chlefeli prodotti nel laboratorio dell’intagliatore Robert Kessler di Svitto © Robert Kessler, Schwyz
  • Scolare con i loro Chlefeli in giro per le vie di Svitto nel periodo della quaresima (2006) © Ernst Immoos, Morschach
  • Esibizione di un trio al Priis-Chlefele di Svitto (2015) © Ernst Immoos, Morschach
  • Suonatrice di Chlefeli in azione al Priis-Chlefele di Svitto (2015) © Ernst Immoos, Morschach
  • Tre sorelle al Priis-Chlefele di Steinen (2015) © Ernst Immoos, Morschach
  • Cinque suonatrici di Chlefeli al Priis-Chlefele di Steinen (2014) © Ernst Immoos, Morschach
  • Tre suonatrici di Chlefeli in costume tradizionale al Priis-Chlefele di Muotathal (2012) © Ernst Immoos, Morschach
  • Suonatrice di Chlefeli in azione al Priis-Chlefele di Muotathal (2013) © Ernst Immoos, Morschach

Referenze e dossier

Pubblicazioni
  • Karl Imfeld: «Chlefälä». In: Karl Imfeld: Volksbräuche und Volkskultur in Obwalden. Kriens, 2006, p. 76-77

  • Meinrad Inglin: Werner Amberg - die Geschichte seiner Jugend. Zürich, 1949

  • K.E.: Kleffeli oder Schweizer Kastagnetten. In: Die Schweiz, 1897, p. 553

  • Albert Schmid: Chlefeli. Instrumente zur Fastenzeit. Schwyzer Hefte 1. Schwyz, 1973

  • Hans Steinegger: Chlefelen. In: Josef Wiget und Hans Steinegger: Feste und Bräuche im Kanton Schwyz. Schwyz, 1989, p. 20-21

  • Hans Steinegger: Volkskultur - Bräuche, Feste und Traditionen. In: Geschichte des Kantons Schwyz, Band 6. Zürich, 2012, p. 153-154

Dossier
  • Chlefele

    Ausführliche Beschreibung Ultima modifica: 20.06.2018
    Grandezza: 312 kb
    Tipo: PDF